A Matera il “Forum Think Tank Basilicata” per un futuro sostenibile

Basilicata: energie per un futuro sostenibile”: è questa la visione presentata oggi a Matera durante il Forum Think Tank Basilicata, un’iniziativa che ‘The European House – Ambrosetti’, “primo think tank privato mitaliano, e Total E&P Italia hanno attivato nel 2018”. Al Forum nella Capitale europea della Cultura 2019 ha partecipato anche il Ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli. Una visione, quella del think thank, “che – secondo quanto evidenziato in un comunicato – spinga la Basilicata a diventare una tra le Regioni più sostenibili in Italia e in Europa, valorizzando tre punti di forza del territorio, in cui diversi msono i primati: imprese di grandi dimensioni (spesso in filiere capital intensive), filiera agroalimentare e turismo, cultura e industria creativa”.
L’amministratore delegato & Ceo di ‘The European House – Ambrosetti’, Valerio De Molli, ha ricordato che “nel percorso sono stati ingaggiati gli attori del territorio e sono stati organizzati tre tavoli di confronto (a Matera, a Guardia Perticara e a Taranto) per raggiungere il risultato di un
concreto sforzo corale, che chiama in causa tutti gli attori fondamentali dello sviluppo, dagli imprenditori ai sindacati, passando per i sindaci e gli altri membri politici di tutti gli schieramenti. Questa ampia attività di discussione e di ingaggio ci ha aiutato a comprendere e mappare le esigenze della Basilicata. Ne cito una, che mi sembra imprescindibile per una Regione ancora oggi divisa sul nome (Basilicata o Lucania?): la necessità di ‘fare squadra’, superando le divisioni”.
Il country chair Italia di Total e Ceo di Total E&P Italia, Carsten Sonne-Schmidt, ha poi sottolineato di aver “accolto con soddisfazione e interesse i risultati dell’imponente lavoro svolto da ‘The European House Ambrosetti’ con il prezioso contributo di autorevoli personalità di prestigio nazionale ed
internazionale. Il riconoscimento pragmatico delle criticità, ma soprattutto la coscienza dei punti di forza (e in Basilicata il patrimonio naturalistico e culturale, ma anche un solido tessuto
industriale ed agricolo lo sono) e di potenzialità quali il turismo devono essere la base per lo sviluppo che questa regione e i suoi cittadini meritano”.

Share Button