Bari, presentate le novità del progetto “Rete Siti Unesco”

Partire dai siti Unesco per valorizzare le bellezze dell’intero territorio, attraverso itinerari turistici personalizzati che coinvolgano gli operatori del turismo e dell’enogastronomia. Questo l’ambizioso obiettivo del progetto “Rete siti Unesco”, che dal 2016 ha organizzato una serie di eventi e di iniziative nelle cinque regioni del Sud coinvolte: Puglia, Basilicata, Campania, Sicilia e Sardegna. Il progetto, il cui capofila è la Provincia di Matera, è stato promosso dall’associazione Province Unesco Sud Italia che ha modificato il proprio assetto partecipativo, modificando il proprio nome e diventando “Patrimoni del Sud”. Il nuovo statuto consentirà quindi di poter comprendere tra gli associati anche enti che non abbiano sul loro territorio un sito Unesco e che comunque intendano operare in ambito culturale e turistico per promuovere i patrimoni culturali, monumentali, archeologici, naturali, paesaggistici e ambientali del Mezzogiorno d’Italia. Nata come associazione di Province, oggi quindi possono aderirvi anche i Comuni, Distretti Turistici, Fondazioni, Università, oltre che altre Province, Città Metropolitane, mantenendo inalterata la propria missione, ovvero quella di promuovere lo sviluppo turistico e la sostenibilità nella fruizione dei beni culturali attraverso la costruzione di una rete interregionale dei patrimoni del Sud Italia.

Share Button