Matera 2019, i momenti clou della giornata inaugurale

Una costellazione di emozioni, suggestioni, festa. Di senso di comunità, di gioia della condivisione: dal vicinato all’Europa. 19 gennaio 2019. Il cammino della Capitale europea della Cultura, Matera, inizia fin dal mattino, con la musica, alla Cava del Sole, con l’Open Sounds e l’esibizione di 14 bande, 7 lucane e 7 europee. Tra cui le bande delle due capitali 2019: Matera e Plovdiv. Nell’area denominata Serra del Sole si sono avvicendate le istituzioni. Presente anche il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Standing ovation per il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri. Un intervento commosso e toccante, il suo. L’intervento, ancora, del presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Salvatore Adduce, e del direttore, Paolo Verri. Contemporaneamente, si sono susseguite tantissime attività collaterali, trasformando Matera in un tutt’uno di festa per tutta la giornata e ovunque. La condivisione, il senso di comunità ed i valori del vicinato e dell’accoglienza hanno trovato massima espressione con i pranzi di comunità. Con l’Open city, 12 quartieri di Matera, hanno spalancato le porte all’Europa. Le bande hanno prima attraversato i portali Open Future nei rioni, accolte dai cittadini. Successivamente le bande sono state ospitate per il pranzo. Immancabili la tipica crapiata (oltre 5000 piatti) e quella convivialità tutta lucana, espressa nelle scuole, associazioni, parrocchie di una città che si fa casa. Le bande riprendono il ritmo con la parata, da piazza Matteotti. Sfilano in festa per le vie del centro, fino all’arrivo in piazza Vittorio Veneto. Dalle 16:30 Open Lights. La magia trasforma i Sassi in un cielo stellato. Idea poetica e suggestiva di Francesco Foschini con l’associazione Scorribande. Da piazza Duomo risuonano intanto le voci di due cori polifonici materani. In aria, le acrobazie della Compagnia dei folli. Nel sasso Caveoso, le installazioni di Lumen Social Light. Una fotografia di Matera, incantevole, fiabesca, delicata, unica. Si va verso piazza San Pietro Caveoso. Per la diretta Rai con Gigi Proietti e tanti ospiti di eccezione, da Bollani a Papaleo a Skin. E per l’arrivo del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. In piazza anche i ministri Lezzi e Bonisoli. Oltre a decine di sindaci, giunti da tutta la Regione e da tutta l’Italia. E’ giunta intanto la sera. E sono giunte in piazza Vittorio veneto le bande, gli artisti della compagnia Quidams e della Trans Express.

Share Button