Matera, il Gal Start 2020 presenta il bando “Ultimo miglio”

Il Gal Start 2020 apre il 2019 con la cultura e l’industria creativa con un bando pubblico rivolto ai comuni e ai parchi dell’area territoriale “matera orientale-metapontino”, con un impegno finanziario complessivo di quota pubblica e co-finanziamento da parte dei beneficiari di 1.600.000 euro per una programmazione culturale biennale da realizzarsi nei comuni dell’area leader.

Il Bando – hanno dichiarato congiuntamente Leonardo Braico e Vincenzo Santagata rispettivamente, Presidente e Vice Presidente del Gal Start 2020 – è stato redatto dopo un’attenta e continua concertazione con le amministrazioni locali, con gli operatori culturali, turistici e dello spettacolo che hanno individuato in fase di predisposizione della Strategia un fabbisogno territoriale in termini di programmazione culturale e artistica non occasionale ma continuativa ed in grado di creare nei singoli comuni specifiche offerte di animazione culturale anche in periodi di bassa stagione.Grazie ad un attento lavoro della struttura tecnica, dell’intero Consiglio di Amministrazione e attraverso un costante confronto con l’Autorità di Gestione del PSR Basilicata 2014 – 2014, l’Avviso Pubblico ha superato i vari adempimenti e iter amministrativi, che in questa programmazione avvengono già in fase di predisposizione, ed ora è finalmente pronto per essere pubblicato”.

Con questo bando – ha continuato – Braico, il nuovo GAL dà la possibilità ai comuni di intercettare risorse economiche per investire finalmente in cultura al fine di attuare una programmazione culturale biennale in grado di potenziare e diversificare l’offerta culturale intorno a Matera 2019 e per favorire processi organizzativi e di rete con un orizzonte temporale di medio periodo”.

L’ operazione in progress – ha evidenziato il Direttore del GAL Giuseppe Lalinga – attiva la linea di intervento 1 “Progetti Sostenibili di Comunità” denominata “Ultimo Miglio” che intende utilizzare l’occasione di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, per sensibilizzare le comunità locali ad attivare nuovi progetti che identificano nella cultura e nelle arti un nuovo modello di sviluppo capace di migliorare la qualità della vita nelle aree rurali. Il Responsabile Tecnico Gianluca Gariuolo ha dichiarato che “l’obiettivo è quello di favorire non solo progetti di animazione ma anche investimenti materiali da realizzare in luoghi o spazi di proprietà pubblica al fine di creare luoghi di produzione, consumo e fruizione artistica – culturale”.

Share Button