Ex Ilva, Turco (M5S) presenta interrogazione su immunità penale

Presenta una interrogazione sulla immunità penale garantita ai gestori dell’ex Ilva, il senatore del Movimento5Stelle di Taranto, Mario Turco. “Gli incidenti delle ultime settimane – spiega – l’ultimo dei quali avrebbe comportato la fermata improvvisa di ben 3 altoforni, rendono il tema dell’immunità penale garantita per decreto ai gestori dell’Ilva ancora più urgente. Un’anomalia tutta italiana rispetto alla quale ho chiesto spiegazioni ufficiali al Governo”. Il politico tarantino indirizza le sue parole ai ministri della Giustizia, dell’Ambiente e dello Sviluppo economico, ai quali “chiede l’adozione di possibili interventi immediati volti al ripristino del principio costituzionale per cui  la ‘legge è uguale per tutti’”.

Ma se la legge è tale, uguale per tutti, sostengono da sempre ambientalisti e cittadini contrari alla presenza industriale inquinante sul territorio, allora a Taranto non è tutelato il diritto, diritto di tutti appunto, alla salute.

E proprio sul tema “drammaticamente serio” della salute, interviene l’assessore allo Sviluppo economico della Puglia, Mino Borraccino, in replica alle ultime “surreali e gravissime”, così le definisce, dichiarazioni sulla vicenda Ilva dei consiglieri regionali del M5S, i quali, accusa Borraccino “osano ancora provare ad illudere i cittadini di Taranto sulle mirabolanti iniziative che il governo a trazione leghista Salvini-Conte (con l’aggiunta di Di Maio) starebbe per adottare per il capoluogo jonico. Ma non si rendono conto che i tarantini sono stanchi di essere presi in giro da chi come loro ha promesso addirittura la chiusura del sito siderurgico, salvo poi proseguire sulla identica strada (sbagliata) tracciata dal Governo Renzi e dall’ex ministro Carlo Calenda? Come dimenticare la sceneggiata – ricorda Borraccino – messa in campo da Di Maio, sulla “gara illegittima che non possiamo annullare”! Sulla vicenda Tap almeno qualcuno (come Alessandro Di Battista) ha avuto il coraggio di andare in tv e di chiedere scusa ai cittadini salentini. Quanto a Taranto – chiosa Borraccino – se il M5S proprio non vuole dimostrare di avere l’onestà intellettuale di chiedere scusa, abbia almeno il pudore di tacere”. 

Share Button