Bari, rimossi i rifiuti dalle piazzole della 16 bis. Petruzzelli: “Raggiunto accordo con l’Anas”

Dello smaltimento della spazzatura raccolta lungo la statale si occuperà l’Amiu, ma non aumenterà la quota di indifferenziato in capo al Comune

Ci sono voluti alcuni mesi, ma alla fine il problema è stato risolto. I rifiuti ammassati sulla piazzola di sosta della 16 bis all’altezza dello svincolo di San Pio e su un’isola di traffico della perimetrale dell’aeroporto di Palese, nel territorio del Comune di Bari, sono stati finalmente rimossi con l’intervento di una ditta specializzata. Sembrerebbe dunque conclusa, anche se l’accordo definitivo deve essere ancora firmato, la querelle che dallo scorso aprile opponeva il Comune di Bari e l’Anas, che secondo un protocollo stretto con la Regione Puglia doveva occuparsi della raccolta dei rifiuti lungo le statali definendo poi intese singole con i Comuni per lo smaltimento. L’interlocuzione con l’amministrazione barese si sarebbe però arenata mesi fa, con i cumuli di rifiuti che nel frattempo crescevano grazie all’inciviltà di alcuni cittadini, alcuni peraltro sanzionati dal momento che hanno abbandonato la spazzatura nei sacchi forniti dal Comune e marchiati con un codice nominativo. Solo nelle scorse ore è stato raggiunto l’accordo, che prevede sì lo smaltimento attraverso gli impianti di stabilizzazione dell’Amiu Puglia, ma senza che questi rifiuti, per lo più non riciclabili, vadano a diminuire la percentuale di raccolta differenziata del Comune di Bari.

 

Share Button