Tragedia Pollino, prefetto: “Impegno per garantire turismo sicuro”

Ecco le vittime della tragedia del Pollino: Antonio De Rasis, guida turistica di Cerchiara in Calabria (Cs), 32 anni; Gianfranco Fumarola, 43enne nato a Martina Franca (Ta) viveva a Cistrenino (Br); i coniugi Antonio Santopaolo e Carmela Tammaro, napoletani, 44 anni e 41 anni, genitori della bimba di 9 anni ricoverata in gravi condizioni per aver ingerito fango al Gemelli di Roma; Carlo Maurici di Roma, 35 anni; Maria Immacolata Marrazzo di Torre del Greco; Valentina Venditti, 34 anni, di Roma; Paola Romagnoli, 55 anni, bergamasca; Miriam Mezzolla, tarantina residente a Torricella, aveva 27 anni e infine Claudia Giampietro di Conversano (Ba) 31 anni.

Il prefetto di Cosenza, Paola Galeone, ha letto tutti i nomi, dandone ufficialità, nel corso della conferenza stampa a margine del tavolo interistituzionale, nella Prefettura di Cosenza. L’annuncio poi della chiusura delle ricerche e di un momento di ringraziamento alla macchina dei soccorsi, “Subito attivata – ha detto il prefetto – non appena ricevuta la prima chiamata al 112”. La consegna degli attestati si svolgerà in mattinata , domani 22 agosto, a Civita. Il procuratore dissequestrerà poi le salme, restituendole alle famiglie e per la celebrazione dei funerali nei comuni di pertinenza. 

Successivamente sarà il tempo di tornare a parlare, garantendolo, di “turismo sicuro – ha concluso il prefetto – in una zona che merita tanto per le sue bellezze uniche”.

Share Button