La Puglia riscopre la pallacanestro 3 X 3

La città più bella dove praticare la pallacanestro 3×3”. Il commento su Bari e lo sport del momento, il basket che si gioca ad un solo canestro a ritmi veloci e spettacolari, è unanime, dopo la disputa nel capoluogo delle qualificazioni all’Europeo under 18. Da una parte i palazzi imponenti del borgo murattiano, dall’altra il mare che si perde a vista d’occhio. E’ in uno dei suoi scorci migliori, quello di molo San Nicola, che il capoluogo ha abbracciato e conosciuto la pallacanestro 3×3, ospitando uno dei concentramenti prodromici alla fase finale. L’attesa era grande, perchè si trattava del primo evento Fiba dedicato alla disciplina, che diventerà olimpica già da Tokyo 2020, in collaborazione con Fip. Una manifestazione resa possibile grazie al supporto, nell’occasione, del comitato regionale presieduto da Margaret Gonnella, oltre che dei partner locali Grotte di Castellana, Hotel Oriente e Wspace Wellness Village in Villa Camilla. Diciotto nazionali, dieci maschili ed otto femminili, circa 150 fra atleti e dirigenti già diventati ambasciatori di Puglia. Il gradimento non è arrivato solo dai parenti dei nazionali italiani, accorsi al gran completo per salutare la qualificazione degli azzurrini, ma anche dai tifosi spagnoli, che hanno improvvisato una festa all’aria aperta, a pochi metri dal campo di gara, senza guardare orologio e calendario delle partite. E per tutti gli altri, dai giovani cestisti di Andorra alle biondissime lituane, il capoluogo di Puglia ha rappresentato non solo una tappa dei rispettivi percorsi cestistici ma anche una meta da consigliare e condividere. Un successo suffragato anche dai numeri virtuali: circa 25mila contatti unici per i due giorni di diretta streaming sul canale youtube Fiba.

Share Button