Bari, presentato il rapporto Ecomafia 2018 di Legambiente

La Puglia resta ancora sul podio per i reati legati al ciclo dei rifiuti, dell’abusivismo edizilio e contro la fauna. Legambiente ha presentato il Rapporto Ecomafia 2018, relativo ai dati raccolti nel 2017. 3.119 le infrazioni accertate, il 10,4% sul totale nazionale; 982 sequestri effettuati; 3.316 persone denunciate e 65 arrestate. Nella classifica provinciale, Bari, Foggia e Lecce occupano rispettivamente l’ottavo, il nono e il decimo posto; la provincia di Taranto invece occupa il quindicesimo posto. Per Legambiente Puglia “occorre completare la rivoluzione avviata con la legge sugli ecoreati per rendere ancora più efficace la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. È fondamentale – ha concluso Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – che siano approvate quelle norme che ancora mancano all’appello, a partire da una legge che semplifichi l’iter di abbattimento delle costruzioni abusive”.

 

Share Button