Ilva, Costa: “Ok Piano ambientale, Mittal vada anche oltre gli accordi”

Alcune “bonifiche sono già partite, e poi c’è un Piano ambientale serio”, “Io posso fare una vigilanza seria e profonda, cosa che mi impegno a fare”. E’ intervenuto a Radio Anch’io su Radio Uno, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, sull’Ilva.

Annunciata la sua presenza a Viggiano, nella provincia di Potenza, per sabato prossimo, al convegno Prevenzione e resilienza organizzato dalla Protezione civile lucana. Chissà che non decida di avviare quella vigilanza “seria e profonda” estendo la visita anche a Taranto, e perché no, alla fabbrica.

Intanto su Mittal dichiara: “Mi auguro si vada oltre: se per esempio sono previste 100 cose” spero “se ne facciano 150; credo che su questo si possano fare dei percorsi. L’Ilva però riguarda tutto il governo e anche altri ministeri” ha detto. Tra cui com’è noto il ministro dello Sviluppo economico, dove si è svolto l’incontro che il ministro Di Maio ha definito “proficuo” con i commissari dell’Ilva. “Ho ritenuto necessario questo incontro – ha detto – per essere relazionato su alcuni aspetti che riguardano i profili ambientali ed occupazionali presenti nelle 23 mila pagine che stiamo analizzando”. Lunedi’ Di Maio incontrerà i sindacati e l’azienda acquirente. Insomma, dopo il rinvio di ogni decisione al 15 settembre, è ricominciato di fatto un nuovo ciclo di consultazioni.

Share Button