Emiliano: “Che la Bellanova si disgusti della mia vista non mi interessa”

Il governatore ribatte alle polemiche del Pd dopo le sue dichiarazioni su Calenda: “Io sono nato per combattere i renziani”
Se il Pd, come dice oggi il reggente Maurizio Martina, potrebbe avere presto anche una segretaria donna, Michele Emiliano probabilmente preferirebbe che non fosse Teresa Bellanova. All’indomani del pesante botta e risposta via social, con lo scambio di battute con il ministro uscente allo Sviluppo Economico Carlo Calenda su Facebook il governatore pugliese non si tira indietro e anzi rincara la dose. Mentre i sindacati, in particolare la Cisl, chiedono di riaprire il confronto con l’azienda su Ilva dopo la spugna gettata da Calenda nell’incontro di giovedì scorso, Emiliano non è minimamente interessato all’irritazione suscitata nel Pd dalle sue dichiarazioni.
https://www.youtube.com/watch?v=IiRH_G1LKTQ
Share Button