Taranto, bufera Mazzarano parte III in consiglio comunale: Battista provoca Lonoce

Non è passata inosservata in consiglio comunale, a Taranto, la terza puntata sulla vicenda Mazzarano. Il consigliere cinque stelle Massimo Battista ha chiesto, seppur non in maniera esplicita ma solo facendo riferimento alle “notizie nazionali”, spiegazioni, evidentemente sulle dichiarazioni dell’ex assessore regionale allo Sviluppo economico Michele Mazzarano pubblicate da Striscia la notizia. Una terza parte in cui spuntano i nomi proprio del presidente del consiglio comunale di Taranto, Lucio Lonoce e del consigliere ed ex assessore Vincenzo Di Gregorio.

Battista ha lanciato una provocazione alludendo alla necessità delle dimissioni dei due consiglieri, ma è stato subito stoppato dal presidente Lonoce, perché “l’argomento non è un punto all’ordine del giorno”.

“Nella fase in cui furono chiamate le mogli di Lonoce e di Di Gregorio – dichiara Mazzarano riferendosi a una società che lavora per l’Asl di Taranto – io ne ho messe otto di persone là, tutte in una volta”. Anche su questo sarà la magistratura a fare le verifiche opportune.

Intanto il presidente Emiliano, sempre a Striscia, ha spiegato che la Regione sta istituendo il Nirs, Nuleo ispettivo regionale. Un organo di controllo al quale potranno rivolgersi i cittadini per le loro denunce. 

Share Button