Ilva, Uilm: “Niente esuberi, o trattativa non vedrà nostra firma”

“Mittal non lasci indietro nessuno, o la trattativa non vedrà la firma della Uil”. Antonio Talò, Uilm Uil Taranto, non gira troppo attorno alla questione esuberi: “Siano integrati i 14mila lavoratori, poi gestiremo noi con adeguati ammortizzatori sociali il passaggio alla Am InvestCo”.

Quanto alle eventuali decisioni dell’Antitrust, il segretario dei metalmeccanici riprende le parole dette nei giorni scorsi dal viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova: “Qualsiasi decisione dell’Antitrust rispetto agli assetti europei di ArcelorMittal non lambirà il perimetro Ilva in Italia”. “E questo – ha detto ancora la Bellanova – per un preciso impegno già assunto da AM Investco con il Governo e ribadito anche in sede di trattativa in corso al MISE“.

In attesa dei prossimi appuntamenti in calendario, il 12 e 19 febbraio, la Uil interviene anche sulla campagna elettorale e la strumentalizzazione della vertenza: “La politica non rallenti la procedura”, afferma Giancarlo Turi, segretario generale Uil Taranto.

 

Share Button