“Caso Tortora”. Vedova Scopelliti incontra studenti liceali a Potenza

Sabato 2 dicembre sarà ricordato a lungo dagli studenti delle quinte classi al Liceo Scientifico Pasolini di Potenza e del plesso distaccato di Laurenzana, coinvolti nell’ambito del Progetto Educazione alla Legalità Camere Penali-Miur, in particolare, con un incontro sul principio di non colpevolezza attraverso il caso di Enzo Tortora, noto volto televisivo nazionale protagonista suo malgrado di un clamoroso errore giudiziario che ne ha segnato l’esistenza.

Vicende e messaggio di “lottare per la giustizia” sono stati rivolti da Francesca Scopelliti, senatrice e vedova di Tortora, arrestato il 17 giugno del 1983 perché accusato da alcuni pentiti di essere affiliato all’associazione malavitosa Nuova Camorra Organizzata facente capo a Raffaele Cutolo.

Capace di entrare nelle case di 28 milioni di italiani con la trasmissione Portobello, Tortora venne messo alla gogna mediatica. A guadagnarci, in particolare, ben 15 presunti pentiti, mentre la famiglia a distanza di tempo ripercorre quei giorni di dolore come monito per il futuro delle nuove generazioni.

Share Button