Bari: sesso con i figli di 5 e 9 anni, arrestata coppia

Sesso con i figli di nove e di cinque anni. Bambini per giunta con disturbi. Arrestata coppia del nord barese. Un 38enne e una 34enne sono accusati di aver compiuto plurimi atti sessuali con i propri figli attraverso, dichiara la Procura, “una costante opera di induzione, resa possibile dal loro ruolo di genitori, approfittando pure della situazione di incapacità psichica di bambini, dovuta non solo alla tenera età ma anche ai vari disturbi di cui essi soffrono”.

In esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Giulia Romanazzi, su richiesta del pm Simona Filoni, il capofamiglia è finito in carcere mentre la donna è stata sottoposta ai domiciliari. Troppo dettagliato il dossier della Procura per riportare i particolari descritti. Tra gli atti sessuali che i bambini erano costretti a compiere la masturbazione del padre, oltre a rapporti consumati sul divano di casa, mentre venivano proiettati film pornografici. Una storia terribile, aggravata dal silenzio della mamma la quale , scrive la Procura , “non solo assisteva agli abusi sessuali plurimi commessi dal marito in danno dei figli, ma non si attivava in alcun modo affinché gli stessi avessero fine”. Gli inquirenti aggiungono che la mamma soffriva di depressione.

Scattate le indagini, i bambini sono stati affidati dal Tribunale per i minori ad una comunità. Era il giugno del 2016. Nella nota della Procura si parla di “inaudita, raccapricciante e sistematica violenza, che, inevitabilmente, ha nei piccoli determinato gravi ripercussioni sia dal punto di vista fisico che psicologico.

L’indecente vicenda si è sviluppata in ambiente domestico – scrive la Procura – in quel luogo sacro che avrebbe dovuto per i bambini costituire un rifugio sicuro, in un contesto ambientale coincidente con quello di un nucleo familiare degradato e svilito, governato da un padre aggressivo e triviale, che, avvalendosi del ruolo genitoriale in chiave sopraffattrice, ha dato sfogo alle sue sudicie abiezioni attraendo i due figli – in una perversa e devastante dimensione sessuale”.

Non solo: i genitori, sempre stando a quanto emerso dalle indagini, “non si sono occupati neppure di fornire ai figli i basilari accudimenti legati alla crescita ed alla evoluzione fisiologica omettendo di insegnare loro le regole igieniche e comportamentali”.

Bambini insomma trattati come proprietà e solo come strumenti di piacere.

Share Button