Taranto, il 28 consiglio comunale: per 5stelle anomalie nel Rendiconto 2016

Si è riunita a Taranto la commissione consiliare Assetto del territorio. La nuova amministrazione ha dato il via ad alcuni primi interventi, concernenti ad esempio l’abusivismo è la pulizia della città. Si lavora ora per dettare una sistematicità all’opera di riordino e trasformazione della città. Attenzione particolare alle periferie, comunica il consigliere Massimiliano Stellato, a partire dal PRIA (Piano di Recupero degli Insediamenti Abusivi) , dai lotti interclusi e, altro tema, quello del condono edilizio nelle periferie. Le prossime riunioni della Commissione Assetto del Territorio, aggiunge Stellato invitando i cittadini a partecipare, si terranno dal primo settembre alla Direzione Urbanistica degli uffici comunali di Paolo VI.

Il 28 agosto intanto tornerà a riunirsi il coniglio comunale. Questa volta temi centrali saranno il rendiconto della Gestione dell’esercizio finanziario 2016 e la manovra di riequilibrio di bilancio per il 2017. Aspetti al vaglio dei revisori dei conti. Parere sfavorevole il loro sul rendiconto. Favorevoli invece al riequilibrio di bilancio. Riserve invece sulla «sopravvenienza futura di ulteriori debiti fuori bilancio»; sul «fondo contenzioso che appare congruo se si considera il solo contenzioso dell’Ente, ma che per le note vicende del dissesto e dell’attuale orientamento giurisprudenziale del Tribunale di Taranto, potrebbe risultare insufficiente e pertanto non garantire gli equilibri di bilancio»; sulle «società partecipate per la mancata attuazione del piano di razionalizzazione».

Il Gruppo Consiliare del M5S Taranto ha consegnato al presidente del Consiglio Comunale Lonoce, al Sindaco Melucci, al Segretario Generale De Carlo e al Presidente della Commissione Consiliare Bilancio Capriulo, ” un documento che mette in risalto alcune criticità in tema di approvazione del Rendiconto 2016 del Civico Ente. Nevoli e Battista hanno infatti evidenziato il mancato rispetto del termine previsto dal Tuel e dal Regolamento di Contabilità del Comune di Taranto e la carenza della documentazione necessaria per deliberare in merito ai punti all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale sul Bilancio”.

“In particolare si sottolinea che lo schema di rendiconto di gestione, la relativa proposta di approvazione e tutta la documentazione prevista dalla legge dovrebbero essere messi a disposizione dell’organo consiliare venti giorni prima del termine, per consentire ai consiglieri comunali di esaminarne i contenuti. E ciò non è avvenuto. A questo proposito, Nevoli e Battista evidenziano che la mancata acquisizione della documentazione nei termini previsti “inibisce l’esercizio delle prerogative consiliari alle quali il termine in questione è funzionale”.
Infine Nevoli e Battista evidenziano la mancanza dell’inventario aggiornato annualmente, senza il quale non è comunque possibile procedere a tutte le deliberazioni in materia di Bilancio”.

Troppi tagli in passato su vari capitoli di spesa, con la conseguente riduzione dei servizi erogati. E’ ora di rimediare, commenta il capogruppo Pd Gianni Azzaro. In questa direzione, i “prossimi incontri che il gruppo del Pd avrà con i vertici della pubblica amministrazione”.

Share Button