A Taranto il Wind day, polveri di minerale dall’Ilva sulla città

Torna il Wind Day a Taranto, previsto per oggi e domani. Sono giornate che l’Arpa Puglia ha classificato di “particolare ventosità”, il che solleva e trasporta le polveri minerali dai parchi dell’Ilva verso la città, raggiungendo in particolare i quartieri più vicini al sito industriale, Tamburi e Paolo VI. Di conseguenza, rende noto il Comune di Taranto, “si invitano i cittadini residenti, soprattutto nelle aree prospicienti la zona industriale a consultare, osservandole, le misure precauzionali contenute nel protocollo di comportamento giá noto e pubblicato sul sito istituzionale dell’Asl Taranto”.

Le raccomandazioni dell’Asl riguardano soprattutto la permanenza nelle zone esposte a maggiore ventositá, le attivitá sportive all’area aperta come la corsa e l’areazione degli ambienti domestici. Insomma evitare di fare sport all’aperto e aprire le finestre se non dalle 12 alle 18. Il che ancora in piena estate evidentemente non segna il massimo della vivibilità. Il Comune, dal canto suo, interviene con misure volte ad attenuare la pressione del traffico in entrata ai Tamburi, impiegando bus a metano per le linee urbane invece che a gasolio. Wind day insomma vuol dire ricordarsi che i parchi minerali dell’Ilva sono ancora scoperti.

La copertura era tra le principali misure di intervento previste dall’Autorizzazione integrata ambientale rilasciata all’Ilva nell’ottobre 2012 dopo il sequestro degli impianti avvenuto a luglio 2012 su ordine della Magistratura proprio per inquinamento e danni ambientali. Disposizione finora rimasta inattuata, riproposta ora dalla Am Investco Italy, acquirente dell’Ilva, che promette la copertura in 36 mesi. Sul Piano ambientale (ma anche su quello industriale e occupazionale) dovranno esprimersi entro il 5 settembre, sindacati, ambientalisti e enti locali. Dopo di che il ministero chiuderà le osservazioni e avvierà l’istruttoria e la discussione che terminerà nel rilascio della nuova Aia all’Ilva, autorizzazione che sarà resa vincolante per Am Investco Italy attraverso un decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

 

Share Button