Taranto, famiglia di 22enne morto in incidente acconsente alla donazione degli organi

Si è concluso nella tarda mattinata del 18 agosto, presso il Reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale SS.Annunziata di Taranto, un delicato intervento di prelievo di organi che ha interessato G.D., un giovane di 22 anni, deceduto il 17 agosto a seguito di incidente avvenuto nei giorni scorsi.

In seguito al decesso i familiari hanno acconsentito al prelievo degli organi. L’équipe medica del Reparto, coordinata dal Dr. Pasquale Massimilla, ha quindi prelevato il cuore, i polmoni e un rene, che sono stati inviati in Sicilia, e inoltre il fegato e le cornee, inviati a Bari.

Il Direttore Generale dell’Asl Taranto, Avv. Stefano Rossi, ha espresso le condoglianze ai familiari del giovane e, al contempo, si è complimentato con l’équipe che ha operato l’espianto e con la famiglia del donatore: “Voglio sottolineare il lodevole gesto di generosità dei famigliari che, fornendo il consenso al prelievo, hanno saputo trasformare un dramma familiare in una nuova speranza di vita per altre persone in situazione di grave sofferenza fisica. Tengo a precisare che tutto ciò non sarebbe stato possibile senza la grande professionalità dell’équipe medica del Reparto di Rianimazione del SS.Annunziata, già dimostrata in altre occasioni, che svolge un servizio dall’importante valenza etica”.

(comunicato stampa)

Share Button