Tamburi e il cantiere della discordia, De Franchi risponde a Nevoli e Battista

Il terreno è bonificato, nessun rischio: “Il Comune di Taranto rassicura i cittadini e i consiglieri che hanno sollevato il tema, sulla assoluta salubrità dei luoghi e sull’assenza di qualsivoglia rischio per la salute e l’ambiente”. E’ la risposta del vice sindaco De Franchi, assessore all’Ambiente, alle recenti affermazioni dei consiglieri M5S Nevoli e Battista riguardo al cantiere nelle vicinanze del cimitero, ai Tamburi. Denunciano i rischi cui andrebbero incontro i cittadini i quali lamentano che “si sente odore nauseabondo e c’è pericolo per la sicurezza di adulti e soprattutto bambini”.

Punto per punto De Franchi risponde: il Comune ha dato il via ai lavori proprio per le bonifiche ed “il complessivo annullamento del rischio sanitario del quartiere. Peraltro i lavori sono terminati il 20 luglio. “Permane in essere l’attività volta a liberare il cantiere da attrezzature e mezzi”. Da qui anche la messa in sicurezza, voluta dal Comune. Per i grillini però la recinzione e’ arrivata dopo il loro SOS. Ancora, De Franchi specifica che “Gli odori di natura organica segnalati, non sono sintomo di degrado o di sostanze pericolose anche potenzialmente, anzi derivano dal prescritto utilizzo di compost certificato a garantire una migliore resa del terreno che ha sostituito il sedimento rimosso. L’utilizzo di terreno ammendato, inoltre, va nella esatta direzione della tanto invocata “economia circolare”, tema particolarmente caro anche alla Vostra forza politica”, dice ai pentastellati.  Quanto alla presenza di rifiuti in cantiere, pure segnalata da Nevoli e Battista, il materiale di scarto, assicura l’assessore all’Ambiente, è stato avviato in discarica. De Franchi ringrazia i 5stelle per la “doverosa attività ispettiva”, e conclude: “Un accesso agli atti del procedimento, anche informale… avrebbe evitato di creare inutili ed infondati allarmismi”.

Insomma, più che le polveri, si è alzato un polverone per lavori, a quanto pare, su un terreno una volta tanto bonificato.

Share Button