Bari, San Giacomo nel Medioevo pugliese tra arte e tradizione

Nel Museo Civico di Bari la lezione della professoressa Rosanna Bianco: “Importante il messaggio di accoglienza in tempi di migrazione”

Un viaggio nella storia, dell’arte ma anche della spiritualità che ha forgiato i secoli del Medioevo, facendo della Puglia una parte fondamentale dei cammini mistici verso i luoghi sacri. Gerusalemme, ma non solo: anche la Galizia spagnola, dove riposavano e riposano le spoglie di San Giacomo, primo apostolo a subire il martirio e protettore dei pellegrini. Che in onore del santo portavano con sé la conchiglia, quella della capasanta, legata strettamente ai racconti dei miracoli del santo, e il bordone, il bastone di San Giacomo. Due simboli intorno ai quali si è sviluppato l’incontro tenuto dalla professoressa Rosanna Bianco nel Museo Civico di Bari. La lezione di Rosanna Bianco si inserisce in un ciclo di lezioni specialistiche di Storia dell’Arte che l’Associazione culturale Hic Locus Est di Rosalinda Romanelli e Giulia Perrino propone da quattro anni tra Bari e Matera. Seminari, volti alla conoscenza e all’approfondimento di alcuni aspetti della cultura artistica del Mediterraneo, con particolare riguardo alla Puglia e alla Basilicata, anche in chiave di lettura contemporanea.

Share Button