Turismo, cultura, economia: nasce il Distretto della Magna Grecia

Riportare l’antica ricchezza magnogreca sul territorio direttamente dal ‘600 a.C. quando sbarcarono gli ateniesi sulla costa ionica portando sviluppo e rilanciando l’economia. “Vogliamo rifare questo – ha detto Antonio Melpignano del consorzio Mari di Taranto, con Taranto protagonista con l’adesione di circa duecento aziende”.

E’ il Distretto nautico della Magna Grecia, da Corfù a Crotone passando dai porti turistici di Puglia e Basilicata.

“Puglia, Basilicata e Calabria devono ripartire dal modello terra acqueo – ha spiegato Gianni Azzaro, consigliere nazionale ANCI  – Taranto non è un territorio morto, c’è tanta voglia di riscatto. Fondamentale rafforzare la relazione tra pubblico e privato”.

Il progetto parte da Sibari, il 5 ed il 6 agosto.

Share Button