Maltempo a Matera, botta e risposta tra Adduce e Quintano

Botta e risposta tra l’ex Sindaco di Matera Salvatore Adduce e l’attuale vice sindaco Eustachio Quintano sulle questioni relative alle operazioni messe in campo dall’amministrazione negli ultimi giorni per arginare i disagi causati dalle abbondanti precipitazioni nevose; lo sforzo prodotto dal personale comunale è fuori discussione – dice Adduce – quello che lascia perplessi, invece, è la capacità dimostrata dagli amministratori di predisporre un vero piano di contrasto agli effetti delle nevicate per assicurare il minimo di mobilità ed accessibilità nella città ed ancor più nelle periferie e per non ritrovarsi – dice ancora – con i disagi che la comunità ha vissuto: cumuli di neve lungo i marciapiedi; portoni garage e passi carrabili inaccessibili, la protesta degli agenti penitenziari del carcere, le imprecazioni di residenti e turisti nei Sassi di Matera ed il prelievo non regolare dei rifiuti. Tutte situazioni che potevano essere arginate attingendo autorizzando spese e assicurando coperture di emergenza oppure chiedendo aiuto. Pronta la risposta di Eustachio Quintano “Adduce – dice – non perde mai occasioni di sovvertire la realtà; contrariamente alle sue affermazioni – sottolinea Quintano – l’amministrazione ha garantito non solo la percorribilità delle arterie principali e il raggiungimento dei presidi sensibili ma ha provveduto ad una continua assistenza alle famiglie isolate nelle contrade cittadine, ai disabili, ai dializzati, agli anziani e alle donne in cinta a cui non è stato fatto mancare l’invio dei farmaci, generi alimentari e assistenza sanitaria anche in collaborazione con la Croce Rossa. A conferma di parte del lavoro fatto dice Quintano c’è la nota della ditta di trasporto pubblico Miccolis dove si evidenzia il lavoro di collegamento tra città periferia e ospedale sin dal 6 di Gennaio.

Share Button