- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Referendum costituzionale, doppio appuntamento a Matera su entrambi i fronti

REFERENDUMAncora un doppio appuntamento, negli ultimi 2 giorni sul fronte del si e quello del no a Matera, in merito al referendum costituzionale previsto per il 4 Dicembre. Venerdì, il Comitato per il no ha ospitato il giurista Massimo Villone emerito di Diritto costituzionale presso l’Università Federico II di Napoli. Sabato Mattina il Partito democratico ha reso noti in una conferenza stampa i numeri dei nascenti comitati per il si; circa 30, per il momento, in Provincia di Matera e 5 in provincia di Potenza. Ad entrambi i fronti abbiamo posto una delle tante questioni che presenta il referendum ossia il superamento del bicameralismo perfetto; stando al testo della riforma si accorcerebbero i tempi del procedimento legislativo. “Noi in questa legislatura abbiamo messo in campo delle leggi importanti che danno delle risposte fondamentali ai cittadini – ha dichiarato l’onorevole Maria Antezza del Partito democratico per il fronte del si; penso alla legge sul contrasto alla povertà, quella sui piccoli comuni e altre. Ma se guardiamo al tempo impiegato per attuarle, con il sistema bicamerale, questo, è risultato essere molto elevato: in generale, mediamente, ci si mette 560 giorni. Per il fronte del no, invece, i tempi di produzione delle leggi in Italia sono assolutamente ragionevoli; “tanto è vero – ha detto il giurista Massimo Villone –  che il Financial times non più di 4 giorni fa ha scritto . criticando fortemente la riforma di Renzi: l’Italia non ha bisogno di leggi fatte più in fretta ma di leggi migliori. Per giunta – ha sottolineato – con gli articolo 70 e 72 – che sono il cuore della riforma – il procedimento legislativo è stato frammentato con una serie di sub procedimenti; questo significa che si diversifica lo stesso in ragione dell’oggetto producendo potenziali conflitti, dunque ritardi. Sempre sabato ancora per il Si il convegno “Verso al riforma costituzionale: quali prospettive” alla presenza della costituzionalista Maria Grisolia, professore di Diritto costituzionale all’Università di Firenze.

Share Button