Potenza. Reliquia “miracolosa” venerata in città

reliquia-santa-maria-del-sepolcro-potenzaStoria, credenza popolare e religione si mescolano in questi giorni nella Chiesa di Santa Maria del Sepolcro a Potenza, dove è venerata con l’ottenimento dell’indulgenza plenaria una reliquia attribuita al Sangue di Cristo.
Il rito è stato tramandato grazie all’Ordine Equestre del Santo Sepolcro e rispolverato in epoca recente dai frati minori, custodi dell’urna che restituisce uno spaccato d’identità potentina.

Vicenda contenuta nel volume Tra il Casale e la Città, realizzato da Antonella Pellettieri e Antonio Rubino con prefazione dello storico Grado Giovanni Merlo, e che narra i 900 anni della chiesa potentina.
Nel 1400 la costruzione del convento ad opera della famiglia dei conti de’ Guevara e nel 1656 l’arrivo della reliquia come “miracolo” contro la peste. Vera o meno, è errato parlare del misterioso Santo Graal. Sicuramente si tratta di un oggetto che ancora oggi suscita attenzione e che rinnova la fede cristiana.

Share Button