Trivelle, Tar respinge il ricorso della Regione Basilicata

trivelle in mareIl TAR Lazio respinge il ricorso presentato dalla Regione Basilicata. Stando alla ricostruzione dei fatti di Mediterraneo No Triv,  la Basilicata fu l’unica regione, rispetto alla Puglia e alla Calabria, a non far pervenire parere al Ministero circa il progetto di ricerca di petrolio nel Mar Ionio.

In realtà, secondo Mediterraneo No Triv, la Regione aveva inviato delibera con parere negativo, con un anno e mezzo di ritardo, “a giochi già conclusi”, e il ritardo è stato considerato irrimediabile dal Ministero dell’Ambiente. “Dalla lettura della sentenza emessa dal Tar Lazio in data 1.8.2016 – si legge in una nota dell’associazione – i giudici stigmatizzano proprio questo passaggio e, in risposta all’eccezione sollevata dalla Basilicata, che nel ricorso lamenta il mancato coinvolgimento della Regione, i giudici rispondo che dalla documentazione prodotta risulta che la Basilicata in realtà è stata coinvolta nella fase procedimentale e che la stessa si è astenuta dal presentare le osservazioni o dall’esprimere un proprio parere assumendo così, dice il Tar Lazio, una decisione che non può essere ricondotta che a una propria autonoma scelta”.

Share Button