Inchiesta petrolio: nuova ispezione al Centro oli di Viggiano

FOTO DI ARCHIVIO

FOTO DI ARCHIVIO

I consulenti della Procura di Potenza hanno effettuato a Viggiano una nuova ispezione nel Centro oli dell’Eni per verificare l’andamento dei lavori nella struttura in relazione alle indicazioni dei magistrati che hanno coordinato l’inchiesta sulle estrazioni in Basilicata e che, il 31 marzo scorso, portarono al blocco dell’attivita’ della struttura.

I controlli, seguono la prima ispezione che e’ stata effettuata lo scorso 20 luglio. Il 31 marzo, nell’ambito dell’inchiesta, fu disposto il sequestro di due vasche all’interno del Centro e del pozzo ‘Costa Molina 2’. A giugno la Procura dispose il dissequestro temporaneo della struttura per permettere all’Eni i lavori di modifica dell’impianto, propedeutici al dissequestro definitivo e alla ripresa delle estrazioni.

Share Button