Presentato a Matera il progetto Assist dell’azienda Natuzzi

NatuzziDa una parte ci sono le aziende che potranno usufruire: di 12 mila euro, divisi in tre tranche annuali, per ogni contratto di assunzione a tempo indeterminato; dell’utilizzo degli stabilimenti del gruppo Natuzzi non più in uso e dell’abbassamento del costo del lavoro del 50%, per i primi 3 anni, grazie alla cumulabilità con gli sgravi previsti dalla legge di stabilità; dall’altra parte ci sono i lavoratori ai quali andranno 5000 euro all’atto del passaggio con l’altra azienda, corsi di formazione e riqualificazione sul mercato del lavoro. Sono in estrema sintesi le misure previste nell’ambito del progetto Assist, proposto dall’azienda Natuzzi in condivisione con Ministero, Regione Basilicata e Sindacati, per i 340 lavoratori Natuzzi, la cui cassa integrazione è in scadenza il 15 ottobre 2016. Le aziende, a cui l’iniziativa si rivolge, sono quelle principalmente pugliesi e lucane, che hanno piani di assunzione e di crescita, nonché quelle imprese che hanno partecipato al programma per la reindustrializzazione del Distretto del mobile imbottito. Il progetto assist si affianca, inoltre, alle facilitazioni e agli strumenti finanziari previsti dalla Regione Puglia per le imprese che intendano investire sul territorio.

Share Button