Sanità privata lucana: “rivedere tetti di spesa”

SanitaFuturaBasilicataRidistribuire i tetti di spesa delle strutture sanitarie private presenti sul territorio, in linea con i principi della libera concorrenza e libera scelta. E’ quanto sostenuto dal presidente di Sanità Futura Basilicata, Michele Cataldi, in merito al pronunciamento in altre realtà italiane dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
Come già avvenuto in Calabria e Asl Cagliari 8, l’associazione ha invitato la Giunta regionale ad accelerare l’impegno già preso di rivedere l’attuale sistema di determinazione del fabbisogno delle prestazioni, con occhio ai tetti di spesa delle strutture sanitarie private lucane “bloccato da anni – ha dichiarato Cataldi – e che impedisce l’ampliamento del mercato o l’ingresso di nuovi imprenditori.”

A rischio, inoltre, non solo le prestazioni erogate per esaurimento delle risorse pubbliche erogate ma anche l’aumento dell’emigrazione sanitaria verso altre parti d’Italia. I risvolti del Garante sono stati esposti, tra gli altri, dall’avvocato Rocco Brienza, il quale ha sottolineato gli aspetti positivi della nuova regolamentazione e relativi indirizzi sul piano del rispetto della salute e libera concorrenza. Altro ostacolo da evitare – ha evidenziato – è “il proliferare di eventuali ricorsi sia a livello nazionale che europeo.”

Share Button