Ilva, M5S: “Fondi Feg per riconversione di Taranto”

image“Taranto puo’ e deve avere un futuro al di là dell’Ilva. Le parole chiave sono lavoro, salute, bonifiche e riconversione”. Lo pensano i portavoce del Movimento 5 Stelle, Rosa D’Amato e Carlo Martelli, che hanno incontrato gli operai, gli attivisti e i cittadini, nella sede del Movimento in via Dante.

“Il nostro obiettivo è promuovere un grande progetto di riconversione industriale di Taranto che ponga fine alla stagione scellerata dell’Ilva e che riparta dalle eccellenze e dalle vocazioni del territorio – spiega la D’Amato – Non sfuggiamo chiaramente al tema più urgente, quello del lavoro: serve un piano che affronti da subito l’emergenza occupazionale. Gli strumenti ci sono”.

“Altri punti chiave sono la salute e le bonifiche – continua l’eurodeputata tarantina – Serve un accordo tra tutte le parti sociali e il governo che preveda la tutela della salute di operai e cittadini attraverso progetti d pubblica utilità e di bonifica che coinvolgano gli stessi lavoratori diretti e dell’indotto”.

“L’Ilva – conclude D’Amato – è un mostro con i piedi di argilla, un ‘nonsense’ produttivo tenuto in piedi per tornaconti politici e destinato a fallire. Noi guardiamo in faccia alla realtà. E lavoriamo per un futuro migliore per Taranto, in cui il lavoro si accompagni alla salute dei cittadini e al rispetto dell’ambiente. Senza più ricatti sulla pelle dei tarantini”.

Share Button