Pratiche Bls-d in un corso Irc promosso dall’associazione “Amici del cuore”

irc comunitàCreare nella città dei sassi, e nello specifico in seno all’associazione Amici del cuore, un centro accreditato di formazione per operatori Bls d, ossia tecnici, laici, di primo soccorso nel campo della rianimazione cardiopolmonare; è questo lo scopo del corso Irc Comunità, Italian resuscitation council, tenutosi nella giornata del 9 Gennaio a Matera, su iniziativa della citata associazione “Amici del cuore”.”In questa giornata – ha detto il Presidente del sodalizio materano Paolo Loiodice – andiamo a mettere un ulteriore tassello ai tanti impegni su queste tematiche che la nostra organizzazione profonde da tempo; questo è un corso molto importante perchè ci darà la possibilità di essere riconsciuti dall’Irc Comunità nazionale e quindi formare ulteriori allievi” L’arresto cardiaco – ha detto Leonardo Braschi – Presidente della Irc  è una patologia che colpisce una persona su mille in Europa e resta – ha specificato – la prima causa di decesso dopo i 40 anni. Ma che cos’è più nello specifico una pratica bls d? “L’acronimo indica – ha sottolineato Braschi – le parole “Basic Life Support – early Defibrillation”, quindi il supporto vitale di base, la rianimazione con le mani più le istruzioni per l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico; quest’ultimo strumento – ha evidenziato – è sempre più utilizzato in Europa e ora anche in Italia grazie anche al decreto Balduzzi che ne ha indicato l’obbligatorietà in tutte le società sportive e dilettantistiche”. Il corso ricordiamo si è avvalso anche della collaborazione dell’azienda sanitaria di Matera

Share Button