Trivelle: Lacorazza (Pd), nodi politici e istituzionali

Piero Lacorazza - Presidente del Consiglio Regionale di Basilicata

Piero Lacorazza – Presidente del Consiglio Regionale di Basilicata

E’ giusto perseguire lo spirito referendario, interpretando al meglio il mandato ricevuto dai Consigli regionali, ma i nodi sono e resteranno politici ed istituzionali. L’obiettivo e’ quello di cambiare le leggi che mettono in discussione la leale collaborazione tra istituzioni della Repubblica in un campo delicato come quello della politica energetica, che con la riforma costituzionale, se dovesse essere approvata dall’eventuale referendum confermativo, passera’ nella competenza esclusiva dello Stato’.  Cosi’ il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Piero Lacorazza (Pd), ‘sul dibattito suscitato – e’ scritto in una nota diffusa dall’ufficio stampa – dalla decisione dell’Ufficio centrale per il referendum della Corte di Cassazione di riesaminare i sei quesiti referendari alla luce delle novita’ introdotte dalla legge di stabilita’, dichiarando ammissibile il sesto quesito sulle trivelle in mare’.   Secondo Lacorazza, ‘ci possono essere opinioni diverse sulla riforma del Titolo V ,a in ogni caso non si puo’ prescindere dalla leale collaborazione tra istituzioni, cosi’ come la
Basilicata ha dimostrato sulla vicenda delle risorse naturali. La sostenibilita’ non e’ un dato, o solo un dato, ma e’ parte di un processo democratico. Da tempo sostengo la necessita’ di un confronto con il Governo, ma non si riesce a capire perche’ cio’ sia avvenuto sullo smog e non invece su un tema delicato come quello dell’energia (che tra l’altro ha anche a che fare con lo smog). Noi siamo chiamati ad interpretare lo spirito referendario e su questo tema sara’ la Suprema Corte a decidere. Tuttavia, qualunque sara’ la decisione – ha concluso il presidente del Consiglio regionale lucano – rimane il fatto che dieci Regioni e tanti cittadini hanno posto un tema rilevante per la qualita’ della democrazia che la politica, la buona
politica lealmente deve saper affrontare se vuole davvero riavvicinarsi alle aspettative dei cittadini’.

Share Button