Partite iva, Confartigianato: è boom in Basilicata

Artigianato - Matera - SassiL’incremento registrato ad ottobre scorso – dal Ministero dell’economia e della finanza delle partite iva –  che al Sud e nelle isole rappresentano il 33,8% del totale nazionale – con un il 48% di giovani e donne sino a 35 anni e con il dato fortemente positivo della Basilicata (più 20%) in controtendenza con la Campania (-8%) e la Sicilia (-7,2%) – attesta la vitalità della piccola impresa. Lo sostiene Rosa Gentile, vice presidente nazionale Confartigianato con delega al Mezzogiorno, che aggiunge: è pur vero che buona parte è costituita da attività particolari vale a dire le nuove “partite Iva” frutto della crisi, spesso ex dipendenti costretti ad inventarsi un lavoro per riuscire ad arrivare a fine mese. Nuove “aziende”, nella veste di ditte individuali, che nascondono la flessione nei numeri, ma che evidenziano disgregazione di società prima solide. È una delle situazioni che emergono nell’analisi fornita da Confartigianato. Nella nostra indagine – continua Gentile – un dato di fatto difficilmente contestabile è la crisi difficilissima che le nostre Pmi e l’artigianato in generale stanno vivendo quotidianamente e la mancanza di concreti sostegni e misure idonee a risollevare tutte quelle attività che rischiano seriamente di scomparire

Share Button