Accoglienza migranti. Potenza, premiazione progetto “La Scuola per la Pace”

Migranti Sasso di CastaldaIn marcia per chilometri nel deserto del Sahara e lungo le coste libiche per un viaggio della speranza. Dall’Asia, affrontando il confine greco e poi balcanico, con il solo desiderio di raggiungere un rifugio. Le storie di uomini e donne verso i Paesi europei, compresa l’Italia, non sono solo un fatto di cronaca ma dramma da affrontare con tutto il suo carico emotivo e dai risvolti sociali.
Ogni anno ci provano in 150mila e di questi, nel solo 2015, quasi 3mila hanno già perso la vita nel Mar Mediterraneo. Sul piano dell’accoglienza dei rifugiati e richiedenti asilo, la terra lucana è tra le prime in proporzione alla popolazione residente. In particolare, grazie all’impegno di ente regionale e della Fondazione Città della Pace per i bambini della Basilicata presieduta dal premio nobel Betty Wiliams, dal 2003 il progetto per donare una vita migliore è divenuto realtà a Sant’Arcangelo.

Tra le attività di sensibilizzazione, presso l’Istituto Superiore Enstein-De Lorenzo di Potenza, è giunto al termine il progetto “La Scuola per la Pace”, dove docenti ed alunni sono stati premiati con le migliori opere sul rispetto dei diritti umani ed accoglienza. A novembre, la Fondazione partirà con un nuovo bando dedicato a lavori audiovisivi. La volontà è di far parlare le immagini, bastevoli a trasferire il dramma dei migranti.

Share Button