Dossier carburanti, “Staffetta quotidiana”: cari i prezzi in Basilicata

benzinaE’ stato pubblicato, ieri, dalla testata giornalistica “Staffetta quotidiana”, quotidiano di energia dal 1933: un dossier carburanti su tutti i prezzi d’Italia rilevati alle ore 8 del 24 Febbraio su dati dell’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico. Sia per quanto riguarda il prezzo del diesel al self, sia per quello della benzina al self, la Basilicata, la regione con il più grande giacimento petrolifero d’Europa, sale sul podio dei territori italiani con i prezzi medi più alti. Questi i risultati per il diesel: 1,509 euro al litro per Bolzano, 1,503 per la Basilicata e 1,491 per la Valle d’Aosta. Ultime 3 classificati Veneto Abruzzo ed Emilia Romagna con prezzi al litro oscillanti tra 1,422 e 1,438. Rimanendo sui self service ma passando alla benzina è il Molise la regione più cara con i suoi 1,6 euro al litro, seguita dalla Liguria 1,597 e ancora la Basilicata con 1,592. Quelle meno care Veneto, Abruzzo ed Emilia Romagna con prezzi medi oscillanti al litro tra i 1,508 e 1,527. Le cose non si modificano molto con i prezzi sia del diesel sia della benzina in modalità “servito”, anzi, il diesel più caro diventa proprio quello lucano seguito da Sicilia e Molise; per la benzina guidano la classifica Molise, Calabria Liguria, la Basilicata è fuori dal podio, in questo caso, ma, pur sempre, al quarto posto, con un 1,642 al litro. Anche per il GPL la Basilicata risulta cara, seconda nella graduatoria, con 0,655 euro al litro si colloca solo dopo la Sicilia con 0,664 euro al litro e prima della Liguria con 0,652 euro al litro. Chiudiamo questo viaggio nei prezzi italiani dei carburanti con il metano; una classifica in cui la Basilicata non è neanche inclusa. Ad ogni modo il metano più caro è quello di Abruzzo, Calabria e Campania.

Share Button