A Matera l’Anief critica sulla “Buona scuola” di Renzi

aniefE’ tornato in Basilicata, Marcello Pacifico,  il Presidente nazionale e fondatore dell’ANIEF, (Associazione Nazionale Insegnanti ed Educatori in Formazione); due seminari, uno a Melfi e l’altro nel pomeriggio di ieri a Matera, presso il liceo scientifico Dante Alighieri, nel quale Pacifico ha incontrato il corpo docente, collaboratori scolastici, ATA, dirigenti ed RSU al fine di approfondire le questioni legate alla legislazione scolastica con il tema “La Buona scuola. Facciamo crescere il paese”. Sviscerate – dal Presidente Anief – le principali novità in arrivo attraverso una analisi della riforma proposta dal premier Matteo Renzi a partire sopratutto dalle 150 mila assunzioni annunciate per Settembre 2015. “Perchè siamo critici? – dice Pacifico. Certamente ci può far piacere che il Premier voglia assumere 150 mila persone,  ma questo perchè? Perchè avevamo promosso un ricorso – sottolinea – che è arrivato persino in Corte di Giustizia Europea e che avrebbe portato risarcimenti milionari da parte dello Stato italiano. Da tutta questa operazione – ricorda il Presidente Anief – rimangono comunque fuori ancora tantissime migliaia di docenti abilitati, compreso il personale ATA”. L’auspicio dell’associazione è quello che si riesca di riuscire ad emendare seguendo l’agenda dettata dal Governo quanto proposto con la riforma in questione. “C’è un articolo della Costituzione il 117 – ha detto infine Pacifico – che obbliga l’Italia a rispettare quanto dice l’Europa e l’Europa vuole che dopo 36 mesi il lavoratore sia stabilizzato”. Per maggiori approfondimenti sulle tematiche è possibile consultare sia il sito dell’associazione sindacale www.anief.org sia quello governativo www.labuonascuola.gov.it

Share Button