Consiglio regionale. A zero il dibattito su Finanziaria regionale. Approvate due mozioni.

consiglio

Ricominciato il tran tran del Consiglio regionale, riunitosi ieri pomeriggio alle 15:00, solo alle 19:30 è venuto “magicamente” fuori il tema “collegato alla legge di stabilità regionale” ma, su proposta del consigliere del M5S, Gianni Perrino, e dopo la riunione dei capigruppo, si è deciso di rimandare la discussione sulla finanziaria al prossimo Consiglio, convocato per oggi.

Ci si “affretta lentamente” in Consiglio regionale e, se il modus operandi si conferma quello degli ultimi due giorni, l’approvazione della Finanziaria non arriverà a stretto giro.

Intanto, i “blandi” lavori del Consiglio si sono concentrati su due mozioni, entrambe approvate all’unanimità. La prima è la cosiddetta “Costi standard e nuove relazioni con gli enti territoriali”, proposta da Michele Napoli e Paolo Castelluccio di Forza Italia. Con la mozione si fa presente che “tutti gli enti pubblici territoriali devono concorrere al raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica e, di conseguenza, devono osservare il principio della responsabilità gestionale”. In buona sostanza, niente più finanziamenti a pioggia agli enti in dissesto ma una nuova relazione con l’ente regionale fondata su un iter di programmazione.

La seconda mozione, proposta da Aurelio Pace del Gruppo Misto, riguarda il tema delle macroregioni. Con la mozione si impegna la Giunta ad intervenire nel dibattito sul tema. Il Presidente Pittella, dal suo canto ha ribadito le posizioni già espresse, rilanciando l’idea di un incontro fra le Regioni del Sud per discutere di programmazione. Consiglio dunque aggiornato ad oggi alle ore 11:00.

Share Button