Petrolio, il Consigliere Bradascio a Renzi: “non tirare la corda, trova un accordo”

Il presidente Bradascio - Commissione consiliare Politica Sociale

Il presidente Bradascio – Commissione consiliare Politica Sociale

“Hai deciso che non ti bastano un paia di centinaia di migliaia di barili al giorno di petrolio e che qualche altro buchetto qua e là, magari anche in mare, poteva solo farci del bene, migliorare la quantità e la qualità delle nostre produzioni agricole ed il verde delle nostre montagne. E se poi anche l’acqua diventa dello stesso colore del petrolio, per via dell’inquinamento delle falde, possiamo sempre venderla come una nuova bibita da lanciare nel mondo globalizzato”. A parlare in una lettera aperta indirizzata al Premier Renzi, con parole ironiche e sferzanti – di cui vi proponiamo solo un estratto – è il Consigliere regionale, Luigi Bradascio, in riferimento alle ultime decisioni contenute nello Sblocca Italia tanto discusse in Italia e all’interno della comunità lucana. Il nostro Presidente continua Bradascio “non vuole litigare con te, credimi, anche lui ti vuole bene, è un uomo paziente, uno che vorrebbe evitare di considerare le estrazioni petrolifere come una maledizione. Ma tu aiutalo, mettiti a discutere con lui, magari con un po’ di rispetto, senza supponenza e tenendo ben presente che lui non può fare a meno di difendere gli interessi della nostra gente, che ultimamente non se la passa proprio bene. Io credo dì conoscerlo, è uno che ha giocato a pallavolo – dice continuando il Consigliere – conosce il gioco di squadra e viene da una famiglia in cui da una vita si mastica pane e politica: uno sveglio, che capisce; con il quale si può parlare, ma ho anche l’impressione che quando si incazza, si incazza per davvero”. E’ una lettera dai toni simpatici ma allo stesso tempo anche diretti e audaci quelli del Consigliere regionale lucano, il quale conclude “senti a me, che sono senza un partito, valgo un voto in un consiglio regionale e che come te vado a Messa tutte le domeniche, non tirare la corda, trova un accordo.

Share Button