Miasmi in Valbasento, clima di collaborazione per contemperare tutte esigenze area

Schermata 2014-07-11 alle 15.47.56Pisticci Scalo – Su iniziativa della Rsu di Tecnoparco, ieri pomeriggio, i lavoratori dell’azienda sita in Val Basento hanno incontrato una delegazione dell’amministrazione comunale di Pisticci. Motivo ab origine della riunione: la questione miasmi in Valbasento. Da una parte i residenti di Pisticci scalo che lamentano cattivi odori nella zona, a loro avviso, rivenienti da Tecnoparco, dall’altra l’azienda che, negli ultimi anni, ha già coperto tre vasche e sta ultimando la copertura di un percolatore primario per limitare le emissioni odorigene. Al centro di questa delicata situazione sia l’amministrazione comunale che più volte ha paventato blocchi della produzione dell’azienda fino al ripristino di condizioni ambientali migliori, sia i dipendenti di Tecnoparco che da un eventuale blocco vedrebbero minacciato il proprio posto di lavoro. Ieri, in un’atmosfera pacata, le parti si sono confrontate per contemperare più esigenze possibili. Non si possono perdere posti di lavoro – è emerso – ma al contempo non si può neanche creare disagio ai cittadini. Tutti gli attori coinvolti si sono dimostrati collaborativi per centrare tutti gli obiettivi. Dovrebbe, inoltre, essere ormai imminente una riconvocazione di un tavolo tecnico in Regione per discutere dell’argomento, visto che i i lavori in corso a Tecnoparco per ovviare definitivamente al problema dovrebbero essere ormai prossimi al termine. A seguire le interviste, raccolte sul posto, a Maurizio Girasole, Rsu Cgil Tecnoparco; Domenico Grieco, Assessore all’ambiente Comune di Pisticci, Domenico Scarcelli, Tecnoparco.

 

 

 

Share Button