Matera, una discarica in Porta Pistola

porta pistola discaricaE’ uno spettacolo poco decoroso quello che si presenta, a Matera, ormai dal dal 2006 circa, agli occhi del cittadino e, sopratutto, del turista, in Piazza Porta Pistola, ovvero nel cuore degli antichi rioni in tufo praticamente in pieno Patrimonio dell’Unesco; si tratta di un deposito di materiale da costruzione, delimitato da una staccionata, ridotto, con il passare del tempo, a giudicare dalle immagini, a vera e propria discarica, che poco fa pandan, anzi per niente, con quel contesto storico, artistico e architettonico di altissimo profilo che sono i Sassi e la prospiciente Murgia materana; tanto più che si trova di fianco ad un luogo, l’ex convento di Santa Lucia e Agata alla Civita, in molte occasioni, location per gli importanti appuntamenti culturali che passano da Matera.

E non è tutto; certo non giova, infatti sapere, che quel Monastero a cui è addossato, in maniera anche grossolana, questo “luogo, fuori luogo”, potremmo definirlo così, è un edificio del 1200 con tutto quel significa dal punto di vista genetico con il territorio in cui è calato.

Il deposito parrebbe nascere a fronte dei lavori di edilizia popolare, avviati nella zona, qualche anno fa; ma nel giro di poco tempo, a detta anche di alcuni esercenti limitrofi, è diventato luogo per il deposito di materiale di risulta anche per altri cantieri della città e, non avendo al suo interno – dicono – un minimo impianto d’irrigazione, finisce per emettere polveri nell’aria, non poco fastidiose anche per chi vuole proporsi come attività commerciale di ristoro per i turisti. Sicuramente il deposito avrà tutte le autorizzazioni comunali opportune per essere lì ma sicuramente poco opportuno è che questo continui a rendere non decoroso quel sito ricco di storia che fu una delle 5 porte d’ingresso della città murata, Porta Postergola.

Share Button