Latronico. Il presepe delle Grotte di Calda

foto-24Il calore di un paese e dei suoi abitanti che in occasione del Natale si manifesta con la voglia di prodigarsi per la propria comunità. Succede a Latronico  dove per il diciannovesimo anno, casalinghe ed impiegate hanno allestito il suggestivo presepe nelle Grotte di Calda, uno dei siti archeologici più noti dell’Italia meridionale.

Dal 1995 infatti, grazie alla passione e al lavoro volontario, l’incantevole scenario naturale si fa luogo di riflessione sui messaggi della natività. Il presepe si arrampica lungo la montagna, con 45 statue a grandezza d’uomo, realizzate artigianlmente con materiale di riciclo. Sono rappresentate alcune scene di vita tradizionale e gli antichi metsieri: la cantina, la panificazione ,il venditore di salumi, che in qualche modo rimandano alle genti che abitarono le grotte.

Mentre in una grotta subcircolare è stata adibita la capanna, dove il 25 dicembre, quando tutto tace e la mezzanotte avvolge ogni cosa, il popolo della contrada si ritrova davanti alle grotte illuminate per consegnare le proprie speranze e condividere in occasione della natività il proprio sentimento religioso.