Vertenza Alsia, Ugl: subito stabilizzazione dei 48 lavoratori

vlcsnap-2013-10-08-18h00m20s31Matera – Risoluzione concreta della vertenza Alsia e attivazione di un rapporto sinergico tra istituzioni e organizzazioni sindacali. Sono queste le richieste che la Segreteria provinciale dell’Ugl, unitamente al Commissario provinciale del medesimo Sindacato, hanno inviato nei giorni scorsi a Regione Basilicata e Dipartimento Agricoltura al fine stabilizzare definitivamente il personale a tempo determinato (48 in tutto) in forza all’Agenzia lucana per lo sviluppo e l’innovazione in agricoltura, in quanto, lavoratori, questi ultimi, dicono dall’Ugl, in possesso dei requisiti di legge regionali, nazionali e comunitarie. All’interno dell’Alsia, fanno sapere sempre dal Sindacato materano, non è questo l’unico problema; esistono, infatti, tra le altre cose: una sperequazione dei trattamenti retributivi mensili tra chi è assunto a tempo indeterminato e chi lo è a tempo determinato; un atteggiamento vessatorio in danno di questi ultimi causato proprio della minaccia di una possibile sospensione contrattuale il 31 dicembre 2013 e dulcis in fundo manca il rappresentante legale in azienda dal 1 luglio 2013. Questi lavoratori, prosegue l’Ugl Matera: concorrono, come altri, agli obiettivi di finanza pubblica unica regionale 2013 – 2015; hanno raggiunto lodevolmente gli obiettivi prefissati nel comparto agricolo in termini di quantità e qualità di lavoro espletato e hanno i requisiti derivanti da un concorso pubblico espletato nel 2009. In buona sostanza, concludono, la situazione ha ormai assunto dei contorni intollerabili; è per questo motivo che preannunciano l’attivazione di tavoli con la Direzione provinciale del lavoro e l’annessa sezione ispettiva.

Share Button