I petrolieri avanzano in Provincia di Matera

vlcsnap-2013-02-03-13h45m11s18La Compagnia petrolifera inglese Delta Energy è interessata al petrolio che ritiene ci sia nel sottosuolo molto vicino alla città dei Sassi. A dir la verità, non è la prima volta che la ditta, con sede nel Regno Unito, manifesta tali intenzioni in questo territorio. Lo aveva già fatto esattamente nello scorso mese di Luglio 2012, con la richiesta di ricerca denominata Il perito, per la zona collocata tra Pomarico, Miglionico e Montescaglioso. Questa volta l’area che gli inglesi sarebbero interessati ad esaminare è vasta il doppio e si chiama La Capriola. Dai 91 chilometri quadrati della richiesta di Luglio si passa ai 188 relativi alla domanda presentata e pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione Basilicata il 1/2/2013. Ricadono, pertanto, nel mirino della compagnia petrolifera, alcuni comuni in più, vedi quelli di Bernalda e di Montalbano Jonico, così come si evince dalle planimetrie pubblicate sul sito internet dell’associazione ambientalista Ola. L’organizzazione suddetta, quindi, Notriv Mediterraneo e Noscorie Trisaia chiedono, tramite comunicato stampa, ai comuni interessati, di esprimere forte opposizione e presentare le proprie osservazioni al fine di bloccare l’iter successivo, ossia quella fase che in inglese si chiama screening e in italiano si chiama ispezione. Questa opposizione dovrà avvenire – informano – entro il 18 Marzo 2013.  Il territorio, ricordano, ha al proprio interno valenze ambientali, naturalistiche e paesaggistiche rilevanti. Per quanto riguarda il Mar Jonio, invece, sono state pubblicate le istanze di ricerca della società Northem Petroleum; istanze già presentate e rigettate nel giugno 2011. Alla luce di queste novità, insomma, ci si attende mobilitazione dei Comuni dell’entroterra così come è successo per l’avanzata dei petrolieri nel Mar Jonio.

Share Button