Singetta: Potenza, la città che vorrei

Potenza – Si chiama “Potenza, la città che vorrei” ed è una iniziativa proposta dal Consigliere Regionale Lucano Alessandro Singetta di API – Alleanza per l’Italia in collaborazione con Alleanza ecologica. Un percorso, in 8 tappe tra la gente, nei rioni principali del capoluogo di regione “per uscire dalla logica dei partiti e cominciare ad ascoltare i problemi dalla voce dei cittadini – ha detto Singetta”.  Durante la conferenza stampa di presentazione del progetto, venerdì scorso, nella sala 3 del Consiglio regionale, è stato illustrato il crono programma degli incontri. Si estenderà fino a Gennaio 2014 a partire da Novembre 2012 e si terrà a mesi alternati. Tanti gli argomenti che si toccheranno, tra questi: gli impianti sportivi, i giovani, l’ambiente, il centro storico, l’università, il lavoro, l’urbanistica e le barriere architettoniche. “La città di Potenza – ha continuato Singetta – deve cercare innanzitutto un’identità precisa perchè non basta essere solo formalmente capoluogo di Regione; bisogna avere la capacità di riuscire a porsi anche come elemento trainante. Io mi auguro che, attraverso il risveglio della città di Potenza, sia possibile  trovare in tutta la Basilicata dei momenti e delle possibilità di sviluppo che, in questo momento, sono assolutamente assenti. Non è una iniziativa elettorale, come molti hanno insinuato – ha concluso Singetta – ma solo un modo per andare oltre i partiti accorciando le distanza tra noi e i cittadini”. 

 

Share Button