Si chiude Materadio, Sinibaldi: “Matera, bellezza che fa pensare”

Matera – Sono state diverse le testimonianze di persone che hanno percepito durante la tre giorni di Materadio, tenutasi a Matera ed in Basilicata, dal 21 al 23 di Settembre, una ventata di aria fresca tra le strade e le piazze della città dei Sassi, così come in quelle degli altri comuni ospitanti. Vivace era anche l’atmosfera che aleggiava, ieri mattina, 23 Settembre, nella conferenza stampa di chiusura della manifestazione, nel cortile del Residence San Pietro Barisano. Una seconda edizione – ha detto il Sindaco di Matera Salvatore Adduce – che si è contraddistinta non solo per la musica ma anche per gli importanti dibattiti rivolti all’Europa e al territorio; questi ultimi arricchiti dagli interventi dei rappresentanti di 3 potenziali capitali europee della cultura nel 2019: Ravenna, Siracusa, Sofia e dalla testimonianza del rappresentante di Turku (Svezia), città già fregiatasi del titolo nel 2011. Di tutto questo si è parlato, non solo a Matera ma anche, a  Rionero in Vulture, Tito, San Paolo albanese e Pisticci; i 4 centri lucani che l’organizzazione Materadio ha ribattezzato: i 4 punti cardinali della Basilicata. Il Sindaco Adduce, durante la conferenza stampa, ha esortato tutti a credere fortemente nella candidatura, rivolgendosi, in particolare al mondo delle imprese ed al Presidente della commissione cultura di Confindustria nazionale, Alessandro Laterza, presente durante il bilancio finale della manifestazione. Marino Sinibaldi, direttore di Radio 3, tra i tanti artisti esibitisi nei 3 giorni di Materadio, ha voluto ricordare l’orchestra di Piazza Vittorio non solo per l’ampio consenso di pubblico che ha ricevuto ma anche per la loro multietnicità; “questi contributi che arrivano da tutto il mondo, quei volti così diversi, che in altri contesti, in altre notizie, possono sembrare anche minacciosi, sono, invece, una ricchezza. Fanno bella musica. Loro hanno una bellezza che fa pensare e riflettere; un pò come la bellezza di Matera che non è una bellezza facile, semplice e ovvia”.        

 

Share Button