Miasmi in Val Basento: soluzione mappatura scarichi

Potenza – I cattivi odori della Valbasento, che avevano allertato nelle scorse settimane, anche il Sindaco di Pisticci Vito Di Trani, pare abbiano le ore contate. Due giorni fa, infatti, in una riunione convocata dal Dipartimento ambiente della Regione Basilicata, presieduta dall’Assessore competente Vilma Mazzocco, si è deciso, che da qui ad un mese, sarà realizzata sull’area in questione: una mappatura di tutte le aziende che vi insistono. “Nei prossimi 30 giorni dobbiamo capire, chi scarica e cosa scarica – ha detto Donato Viggiano Direttore del Dipartimento; poi controllare la coerenza tra quanto previsto nelle autorizzazioni integrate ambientali (AIA) di ogni impresa e la situazione reale allo scarico”. Nulla, invece il Direttore ci ha saputo dire sulla frequenza con cui questi controlli verranno effettuati. “Quando ci saranno – ha continuato – sarà il metodo random a scegliere l’azienda da passare al setaccio di Arpab e Provincia di Matera”. Previsto, inoltre, il potenziamento, sempre da parte di Arpab, della centralina di monitoraggio della Valbasento con la predisposizione di un sistema di controllo delle emissioni odorigene. Alla riunione com’è facile intuire erano presenti anche rappresentanti di Arpab, Provincia di Matera, Comune di Pisticci e Consorzio per lo sviluppo industriale della Provincia di Matera. Ricordiamo, per dare giusta dimensione alla vicenda, che negli ultimi mesi sia nei campi che nel fiume Basento a ridosso dell’area, diverse volte la cronaca ha segnalato casi di violazione delle norme ambientali. Senza considerare che la Valbasento aspetta una bonifica dal 2003. Anche per quest’ultimo intervento, forse siamo ad una svolta; sono stati stanziati infatti fondi per 42 milioni di euro.

Share Button