Femminismo cristiano e cultura della persona

Matera – “Femminismo cristiano e cultura della persona” sarà il tema del convegno che si terrà a Matera presso la Casa di Spiritualità Sant’Anna dal 2 al 4 di Giugno. Il seminario, organizzato dal Movimento famiglia e vita di Matera insieme al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II è stato presentato, sabato mattina, con una conferenza stampa, nella sede del Palazzo Arcivescovile della città dei Sassi. Erano presenti, sua Eminenza Monsignor Salvatore Ligorio, Nunzio Calicchio, membro di Famiglia e vita ed il presidente fondatore del sodalizio stesso, Don Leo Santorsola. Tre giorni per affermare l’importanza della cultura e della donna: due temi cari a Giovanni Paolo II. “E’ motivo di orgoglio per noi – ha detto Don Leo Santorsola – poter celebrare questi valori ad un mese dalla Sua beatificazione poichè, da sempre, c’ispiriamo al suo Magistero. La cultura è importante – continua – perchè si vive come si pensa e si pensa come si vive. E’ proprio tramite il processo di evangelizzazione della cultura che la donna dev’essere sempre più messa al centro della questione e del dibattito antropologico e sociale; in caso contrario rischierebbe delle discriminazioni. Non dimentichiamoci – ribadisce – che ogni donna concepisce l’immagine di Dio”. La cultura è fondamentale ha aggiunto Monsignor Salvatore Ligorio anche per prendere consapevolezza delle bellezze che ci circondano. La comunità materana – per esempio – valorizzerebbe maggiormente il suo patrimonio artistico e naturale se solo ne riconoscesse a fondo le sue immense risorse”. Nel corso della tre giorni oltre ai dibattiti sui temi menzionati, affidati ad eminenti saggisti come la coppia Ludmila e Stanislaw Grygiel del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II o Claudio Gentili, direttore della rivista scientifica La Società, ci sarà la presentazione di Studium personae una rivista tutta materana in omaggio a Giovanni Paolo II edita da una casa editrice nazionale.

Share Button