Nel mirino di FP CGIL funzionari e dipendenti regionali

Matera – “Molti dirigenti e funzionari della Regione Basilicata si rendono disponibili ad assumere consulenze ed incarichi extra presso enti sub regionali, agenzie e società che, a vario titolo, hanno rapporti con l’Ente Regione ed, in particolare, con il trasferimento di fondi, denaro pubblico, che la Regione destina agli stessi”. E’ la denuncia che il sindacato FP CGIL ha mosso, oggi, tramite comunicato stampa, in merito ad alcuni comportamenti scorretti, da loro rilevati, nel palazzo Regionale; “le conseguenze più immediate – dicono – sono i conflitti d’interesse nei rapporti tra controllato e controllore ed i compensi erogati a titolo di consulenza a dirigenti e funzionari regionali che incidono sul bilancio regionale”. Sempre secondo il sindacato, i dipendenti pubblici dovrebbero mantenere un rapporto di esclusività con l’Ente Regione soprattutto quando si tratta di offfrire prestazioni professionali ad enti che ricevono denaro pubblico dalla Regione e che dovrebbero essere dalla stessa controllati”. L’altro dubbio di FP CGIL è che i dipendenti, in questa maniera, non riescano a coprire neanche le 36 ore settimanali del loro orario istituzionale. “Il contenuto di questa denuncia – fanno sapere infine – sarà inviato formamlemente alla Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica”.

 

Share Button