Sono sani i cibi delle mense scolastiche.

MATERA – Il 10 novembre scorso, l’odore sgradevole proveniente da alcune pietanze somministrate nelle maggior parte delle mense delle scuole dell’infanzia, primarie e medie della città di Matera, allarmò: cittadini, dirigenti dei circoli didattici e amministrazione comunale. I primi a segnalare l’anomalia furono i bambini della scuola dell’infanzia San Giovanni da Matera sita nel Rione Serra Venerdì. Interpellata l’azienda sanitaria materana, per le analisi del caso, tramite il sindaco Salvatore Adduce e i direttori dei plessi scolastici, seguirono tutti gli opportuni rilievi. Questi, i dati ufficiali delle analisi, comunicati, ieri pomeriggio, nel corso di un incontro sul tema voluto dall’amministrazione comunale, ed effettuate dalla nutrizionista Carmela Bagnato e dal responsabile Servizio Igiene degli Alimenti dell’asm Materana, Antonio Martemucci. “Sono risultati confortanti quelli delle analisi, l’esito è del tutto negativo non ci sono cariche batteriche” dichiara il sindaco di Matera Salvatore Adduce; esami ripetuti anche dopo 5 giorni hanno dato il medesimo esito. Non c’è stata neanche cattiva conservazione del cibo”. Nella stessa giornata, la discussione è stata estesa alla commissione consiliare per le politiche sociali, presieduta da Nunzia Antezza, e, all’osservatorio sulle mense scolastiche, al fine di porre le basi, nel lungo periodo, di una utile prevenzione. Intanto, i cittadini si muovono anche autonomamente; nasce l’Associazione dei genitori dei bambini di Matera composta da otto commissioni con competenze specifiche e presediuta da Rosita Stella Brienza.

 

Share Button