- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Aide presenta il progetto “Banca del tempo”.

MATERA – Recuperiamo le regole del buon vicinato, torniamo ad aiutarci senza utilizzare il denaro. Potremmo sintetizzare così, lo scopo principe delle banche del tempo; l’iniziativa che AIDE, associazione donne europeee, sta coordinando, già da un mese, a livello regionale, tramite la rete delle loro sedi territoriali.  Il progetto è stato presentato, sabato mattina, presso la sala consiliare della provincia di Matera, dalla presidentessa del sodalizio, Anna Selvaggi, nell’ambito del convegno “Banca del tempo ed enti locali, forme di collaborazione per un welfare leggero”. “Le nostre relazioni avranno una sola  unità di misura: il tempo – ha dichiarato la Selvaggi – il momento che stiamo attraversando, ossia quello di una profonda crisi finanziaria economica e sociale, necessita di uno spazio  innovativo che guardi alla crisi in maniera cosciente e consapevole. Sfruttando creatività, riflessioni, idee, capacità umane impermeabili a congiunture economiche negative, si può rivitalizzare l’inclusione sociale. Già altre realtà territoriali italiane  – precisa – hanno sperimentato, con ricadute positive e rassicuranti, questa iniziativa”.  AIDE ha già effettuato ben 300 ore di scambi nel primo mese di lavori. Tra le attività: lezioni di informatica, ricamo, dog sitter, attività sociali e bricolage. Il target di utenti è quello dai quarantenni, ma notevole è anche la presenza dei giovani. In crescita la collaborazione di professionisti.
In coda all’incontro Anna Selvaggi ha ringraziato l’isituzione Provincia di Matera e tutti i vertici nazionali della banca del tempo per il supporto di idee e consigli.

Share Button