Notte bianca della prevenzione a Matera.

MATERA –La LITL, la lega italiana per la lotta contro i tumori, sezione di Matera, ha aderito, nella serata di mercoledì 23 giugno, alla Notte bianca della prevenzione, tenutasi contemporaneamente in altre 28 città  italiane. Piazza San Francesco è stata palcoscenico del repertorio napoletano, con il coro polifonico Rosa Ponselle; della tradizione canora materana, con U uagnin assnziel, oltre, che, spazio per consigli alla prevenzione oncologica. Screening, ossia diagnosi periodiche; sani stili di vita improntati allo sport e abitudini alimentari orientate alla dieta mediterranea sono state le principali esortazioni evocate della LILT. Ma intanto, la Basilicata è l’unica regione italiana con un’incidenza di tumori in rialzo. “E’ vero – ha dichiarato la presidentessa della LILT materana Imma Brucoli – rileviamo l’aumento di alcuni tumori, in particolare: mammella, colon retto, gastrico ed anche pancreas. Questo, potrebbe essere legato al fatto che c’è stata, al sud, un’industrializzazione avvenuta in ritardo rispetto al nord. Poi, una serie di contaminanti ambientali che, magari, sfuggono anche a quello che è un normale giudizio. Però, noi, stiamo collaborando, proprio con osservatorio nazionale LILT, per cercare di arginare e capire quali sono i fattori che, nelle singole realtà e nelle singole città, possono incidere su questa patologia, al fine di creare una vera e propria mappa delle neoplasie al meridione. Imma Brucoli ha poi invocato il coinvolgimento anche delle istituzioni nazionali per cercare di portare avanti un progetto che individui, analizzi e risolva il problema.

Share Button